La SS Lazio spera di riscattare la terribile ultima stagione vissuta, sfociata nella retrocessione e salvata solo da un ripescaggio all’ultimo minuto.

Ci si affiderà ancora una volta a mister Agostinelli sperando in una svolta morale e una crescita tecnica della rosa. Si ripartirà con i 21 della passata stagione, pochi cambi negli undici titolari ma qualche dubbio in due reparti.


In difesa la coppia centrale viene confermata da Barzagli e Sule che quest’anno avranno le spalle coperte da almeno un centrale giovane tra Llorente e l’ex centrale della primavera Mammana, il secondo invece potrebbe partire in prestito per una o due stagioni.
Sulla fascia sinistra sarà una bella lotta tra Lukaku, anche lui salirà dalla primavera e Dalbert che nel finale della passata stagione aveva iniziato a trovare piu spazio. Partente sicuro l’esperto Alexander Kolarov non piu nei piani del tecnico e promesso ad una “società amica”.
A destra mantiene invece il posto Nelson Semedo, nonostante il tecnico Agostinelli desideri trovare una buona riserva anche esperta da mettergli alle spalle confermando che Elabdellaoui dovrà dare l’addio alla società.

Il centrocampo è un reparto molto delicato in cui Agostinelli lavora molto per gli equilibri. Nel suo 4-3-1-2 il terzetto è al momento composto da Bastian Schweinsteiger nel ruolo di centrale e filtro davanti la difesa e ai suoi fianchi Khedira e Wijnaldum, l’olandese pupillo del tecnico su cui conta molto. E’ proprio il ruolo di Bastian davanti la difesa che il mister vorrebbe migliorare o ampliare. Jefferson Lerma al momento troppo giovane e poco costante in campo non offre certezze. L’idea sarebbe portare a Roma l’esperto brasiliano Lucas Leiva del Leeds United del tecnico Matteo Matanò e si vedrà se all’apertura del mercato ci potrà essere un accordo tra le parti.
Lulic e Camarasa completano il reparto dei centrali e vedremo se la società vorrà muoversi per appesantire di esperienza e qualità questo reparto rinunciando anche magari ad un giovane come Camarasa e ad un top player come Khedira.

Dietro le punte svarierà il fuoriclasse di questa squadra: Dele Alli. Il trequartista spera in una stagione da protagonista e di trovare più gol delle passate stagioni. Ovviamente la società lo ha blindato tenendolo fuori dalla lista dei giocatori con clausola rescissoria. La Lazio non ha intenzione di privarsene e se pure un giorno vorrà lasciarlo andare lo farà alle sue condizioni e solo per un’altro top player della sua caratura.

Il reparto di attacco è il più completo per il mister! Il leader Ciro Immobile guiderà l’attacco insieme a Daniel Sturridge. Sull’inglese il mister resta convinto nonostante non sia così intoccabbile quanto lo è il giocatore di Torre Annunziata. Dietro le linee ci sono il giovanissimo Traore che spera di avere una possibilità di esplodere quest’anno e tutta l’esperienza del turco Yilmaz. Nolito resta il pupillo del mister e la speranza e di trattenerlo e vederlo tornare ai livelli del passato nonostante le trenta primavere e un’ultima stagione sempre più in calo.

Il mercato è alle porte, ma la testa del mister è già al campo e ci sarà molto da allenarsi per tornare ad un livello che sia all’altezza del torneo Fifa Project.