In un recente articolo di un giornale locale, il Mr Boldrini è stato avvicinato alla mitologica fenice; Eh si perché non ci sono molte chance di rivalsa per il tecnico italiano se vuole essere considerato ancora un professionista a livello internazionale!

Alla luce della fallimentare e deludente stagione passata al Real Betis, Boldrini si è dimesso senza lasciare troppe dichiarazioni; di li a poco c’è stata la firma di un contratto di 2 anni alla guida di un altro club della Liga: l’ Espanyol. La durata del contratto è quantomai insolita ma come biasimare il presidente Chen Yansheng, il quale aveva alcune perplessità sulla scelta (possiamo dire giustificate) del nuovo coach, allontanate però dal suo staff che ha dichiarato:” Abbiamo scelto Boldrini perché lo riteniamo un persona qualificata, preparata e in grado di dare molte soddisfazioni. Tutti hanno dei problemi ma quello che conta è superarli e rialzarsi il piu presto possibile, siamo certi che lavoreremo bene insieme”

Ovviamente sui social ci sono opinioni contrastanti a riguardo, ma si sa che al giorno d’ oggi passare dalle stelle alle stalle è un batter di ciglia!

In conferenza stampa Boldrini ha detto:” A Siviglia ho trovato persone gentili e professionali, il problema ero io. Non mi nasconderò dietro un dito perché mi ritengo una persona oggettiva e razionale, e penso che il problema più grande è stato l’ adattamento, che è arrivato troppo tardi, ad un altro campionato; per questo ho deciso di lasciare il Betis.

Adesso è una sfida forse più dura della precedente ma sono pronto ad affrontarla con decisione, sfruttando l’ esperienza dei miei errori. Daje forte Espanyol!”