La Società tutta e l’allenatore sono ormai barricati dentro lo Stade Louis II; leggenda narra che l’allenatore abbia preso casa nelle tribune VIP, per paura di affrontare i tifosi e soprattutto per paura di prenderle.
I risultati non arrivano ed il problema vero è che la squadra non ha mai avuto un gioco.

Nonostante questo la società continua ad investire sul mercato, continuando a dare fiducia – seppure a tempo- all’allenatore ormai allo sbando (oppure continua a rafforzare la squadra perché tanto dovrà arrivare per forza un altro allenatore).

AS Monaco molto attivo sul mercato; infatti la società ha ceduto a titoli definitivo ben 5 giocatori (alcuni dei quali hanno lasciato un bellissimo ricordo nel Principato), e ricomprati altrettanti.

Cessioni per un totale di 13,5 mln:
– Bonaventura ES di fantasia agli amici benstanti del nord del Man. UTD (a cui si sono chiesti pure consigli di gioco)
– Howedes DC roccioso ai fratelli burini del Chelsea
– Ghoulam TS di valore all’allenatore giocatore del Real Madrid
– Smolnikov TD glaciale al neo papà del Marsiglia
– Xhaka CC lento al punto giusto per il Tiki Taka del Barcellona
A cui si aggiungono i prestiti di Luisao allo sceicco dello Swansea (che manco mi ha dato du spicci per sto difensore) e di Adrien Silva con obbligo di riscatto alla neo promossa Las Palmas.

Acquisti per un totale di 18,7 mln:
– Darmian TD di sicuro valore rientrato nella trattativa Bonaventura
– Kieran Gibbs TS nero al punto giusto come piace all’allenatore del Rennes
– Nacer Chadli ES di sostanza comprato dalla società dell’Herta Berlino che stava piangendo per raccattare 2 sordi
– Theo Walcott da quell’infame società AS Roma – tutto in contanti –
– Luis Gustavo CC molto desiderato dalla società
– Jonathan dos Santos ED ancora non aggregato alla squadra per problemi burocratici (si ringrazia il ns osservatore Er Zichico)
Anche qui da sottolineare i prestiti del TD Manquillo, del DC Astori con obbligo di riscatto, del CC tutto muscoli Fofana con obbligo di riscatto e dell’ ATT Pablo Osvaldo (giusto per fare numero).

Si ringrazia l’osservatore Schiavo che ha aiutato la società senza volere niente in cambio…spero.
Si ringrazia infine la societa SS Lazio perché come sempre non vende e compra un cazio…

La società finanziariamente è solida anche se non può competere con le super potenze del calcio mondiale.
Le prime uscite sono state in chiaroscuro in cui più o meno tutti i nuovi acquisti hanno convinto.

Non resta che pregare anche se la società ha espressamente ribadito che non può continuare a dare fiducia ad un allenatore che non sa fare nemmeno la skill più banale.