E’ diventato necessario regolamentare anche la questione accordi e ricorsi.

Come tutti sanno esiste una pagina della Commissione Disciplinare che è la seguente: https://www.facebook.com/commissionedisciplinarefifaproject/

Ricorsi: “E’ possibile fare ricorsi per partite non giocate o per qualsivoglia problema che riguardi il regolamento o il comportamento di altri utenti o le partite giocate/non giocate o qualsiasi altro problema necessiti di un reclamo, solo ed esclusivamente mandando un messaggio privato alla pagina della commissione disciplinare.”

Accordi: “Per gli accordi, fasce orarie e disponibilità è sempre stata data libertà e viene mantenuta. Ognuno ha un suo modo di accordarsi e ognuno ha dei suoi orari o improvvise disponibilità. Da ora in poi esiste un metro di valutazione per gli accordi che più che essere una regola sono delle linee guida che saranno prese in considerazione nel caso di partite non giocate e/o reclami.
Se possibile, nel momento di apertura delle partite indicare in un post le disponibilità nel modo più dettagliato possibile indicando giorni e fasce orarie.
E’ da evitare scrivere “ci sono a pranzo”, “ci sono la sera”, “fiorentina online”, “sono online ora”, “c’è qualcuno dei miei avversari?”.
Questi post non aiutano gli accordi sopratutto se sono senza tag degli avversari perchè non tutti hanno le notifiche del gruppo attivato.
E’ consigliabile quindi taggare sempre gli avversari con delle fasce orari o rispondere ai post in cui si è taggati.
Anche gli accordi in privato sono un tipo di accordo possibile basta poi poterlo provare con screen in caso di problemi.
Quindi quando andremo a valutare in Commissione delle partite non giocate o con ritardi si valuteranno gli accordi dimostrati tramite post consigliati e post da evitare e le screen fornite di eventuali accordi in privati.
Ovviamente sempre con la flessibilità umana cerchiamo di venirci tutti incontro per rendere anche l’organizzazione delle partite una cosa semplice e non complicata visto che non lo è.”

Proroghe: “Le proroghe verranno consentite solo in caso di dimostrata impossibilità nell’organizzarsi, in caso di problemi improvvisi documentati o di assenza comunicata tempestivamente con il dovuto anticipo”.