In campionato la situazione si è risollevata solo in seguito all’abbandono di diverse squadre, che hanno consentito di risalire dalla penultima alla sesta posizione.

In Europa League l’eliminazione è stata netta e senza attenuanti, la squadra si è classificata all’ultimo posto del girone, pur dovendo affrontare squadre, sulla carta, di pari livello.

Nel Mondiale, dopo aver inaspettatamente passato il turnocontro il Real Madrid, è arrivata una brusca eliminazione contro il ping pong del Liverpool.

L’unica gioia, per giunta solo parziale, è arrivata dalla coppa di Germania, dove la vittoria contro l’ Hannover negli ottavi è stata seguita dal passaggio del turno a tavolino contro l’ Augsburg nei quarti e poi dal clamoroso successo in rimonta per 4 a 1 contro il Bayern Monaco in semifinale.

In finale l’avversario, il Bayern Leverkusen, si è rivelato di livello troppo superiore, anche se la vittoria delle aspirine è stata accolta senza i consueti complimenti da parte del club di Gelsenchirken, in quanto gli avversari si sono resi protagonisti di un ignobile quanto irrispettoso circo a risultato ampiamente conseguito. Infatti, dopo un primo tempo equilibrato, conclusasi sul 2-1 per i padroni di casa, ma in cui lo Schalke avrebbe meritato di più, nella ripresa il Bayern ha preso il largo e sul 5-1 i giocatori avversari hanno iniziato a sciorinare numeri da circo al solo scopo di irridere e prendersi gioco dei nostri beniamini.

Per fortuna è stata l’ultima partita contro il Bayer Leverkusen targato Giuseppe Festa.