In questa stagione la squadra del Derby County oltre a partecipare alla Next Generation ha avuto l’onore di partecipare per la sua prima volta alla Youth League, la competizione Europea dei giovani che vede scontrarsi le primavera delle squadre di Champions League.

Ovviamente ne società ne mister ambivano a chissa quale posizione ma solo ad una dignitosa partecipazione e alla fine così è stata nonostante l’ultimo posto nel girone a quattro, la squadra a mostrato ottime qualità in campo mettendo comunque in difficolta le proprie rivali.
Chiude il girone con Julian QuiñonesIsmaïla Sarr a quota 4 gol e delle prestazioni da top club lanciati per un grande futuro in prima squadra.

Sono sempre loro due i migliori marcatori del Derby anche in NEXT GEN con 9 gol per Sarr e 8 per il talentino colombiano con la competizione ancora non finita e la possibilità di migliorare il proprio bottino personale.
Nella Next la classifica è soddisfacente per la squadra che viaggia a metà settore sempre tra il 5 e il 9 posto e a fine stagione la speranza è di essere stati tra i migliori delle squadre “normali” anche se lontani da quei top team che ambiscono al titolo del girone e accesso alla finalissima.

La squadra nelle ultime due stagione è stata costruita sullo schema tattico dell’Everton di mister Agostinelli, adattandosi così sia al 4-3-1-2 che all’attuale 4-3-3 stretto che la squadra di Liverpool sta utilizzando in questa stagione portando risultati positivi anche a loro.
Sulle fasce la squadra ha visto crescere Adam Marušić e Jordan Lukaku che, promossi in prima squadra, hanno lasciato piu spazio al fuori quota Emre Taşdemir e al nuovo acquisto, selezionato da Agostinelli, il terzino destro Domilson Cordeiro dos Santos che ha già lasciato un ottima impressione a società e tecnico.
Sulla linea dei centrali arriva ad affiancare uno Stéphane Sparagna in grande spolvero, il talentino ventenne brasiliano Luiz Felipe Ramos Marchi anche lui selezionato dal mister Agostinelli per vederlo presto promosso in prima squadra.
Il nuovo centrocampo a tre è un sistema collaudato anche nella prima squadra che vede un terzetto composta da due mediani e un incursore con tanta qualità avendo iniziato da trequartista e parliamo del francese Houssem Aouar, pupillo di mister Agostinelli insieme a Sarr e già pronto per la promozione per la prossima stagione.
La linea mediana è composta dall’esperto Olivier Ntcham, anche lui in grande crescita, e Aurélien Tchouaméni il futuro di questa squadra di giovani per il prossimo anno.

Il terzetto di attacco solitamente si predispone molto piu offensivo confronto l’Everton che sfrutta le qualità di Alli come spola di collegamente tra due reparti. Infatti il Derby parte con il tridente completo Sarr, Quinones e il terzo a destra l’africano ventenne Ousman Mannéh di cui il calcio non sembra avere grandi prospettive in lui ma la società lo tiene in grande considerazione per qualità e determinazione. Questo terzetto viene smontato semplicente per fare spazio a due trequartisti giovanissimi e con ottime qualità di finalizzazione, Angel Gomes sedicenne con velocità e agilità dalla sua parte e Matheus Sávio con 4 anni in più e con già ottime qualità di finalizzazione.

Una rosa che quindi soddisfa sia il Derby stesso che la società “sorella” Everton che vede nel suo futuro giocatori di qualità in tutti i reparti.