La seconda stagione del Fifa Project, sotto la presidenza Meconi, è alle porte e la società Hannover 96 ha l’obbligo di farsi trovare preparata ai nastri di partenza.

“Lo scorso anno abbiamo sondato il terreno ed essendo nuovi nel circuito era ovvio che le nostre ambizioni fossero limitate al raggiungimento della salvezza”.

Sono queste le prime parole del presidente Simone Meconi che attualmente è a Bormio, provincia di Sondrio, per seguire personalmente il ritiro dei suoi ragazzi. La compagine tedesca, riparte da un settimo posto che ha aperto le porte alla possibile qualificazione in Europa League , ma soprattutto riparte dai pezzi da novanta della “scacchiera Meconi”: Martial e Vardy saranno, ancora quest’anno, le basi da cui ripartire.

La squadra sarà, di fatto, costruita attorno ai due bomber che lo scorso anno hanno segnato complessivamente 21 reti.

La formazione, a detta del presidentissimo, punterà alla qualificazione diretta in Europa League e lavorerà molto su quei “black out” che, spesso, hanno indirizzato la gara sui binari sbagliati. “La trascorsa stagione abbiamo sofferto con squadre inferiori a noi sulla carta. Dobbiamo lavorare molto sulla mentalità dei ragazzi che hanno il dovere di non sottovalutare nessuno”.

Sono queste le parole di conclusione del presidente che promette ai suoi tifosi un imminente rinforzo sul mercato.