La stagione è al via e le aspettave intorno a questo Milan sono sempre tante, un mercato caratterizzato dalle molte cessioni e dal ridimensionamento degli stipendi ma anche, in alcuni casi, dei corposi aumenti dovuti alle clausole di rescissione.

Dopo un precampionato caratterizzato dai numerosi cambi di modulo e dalle poche certezze in fase difensiva, il Milan conferma l’undici titolare della passata stagione, che ha fatto bene e ha dimostrato solidità difensiva e ottime qualità realizzativa. Sono arrivati alcuni giovani interessati su cui costruire un progetto futuro molto importante, Merè, Cucurella, Frutchl, vanno ad affiancare ragazzi già “veterani” come Aleña, Locatelli, Podence e Vada già protagonisti di un ottimo 2 posto in primavera.

Ai microfoni dei giornalisti il Mr. Carena trova anche il tempo di rispondere ad alcune accuse da parte del Mr. Del Chelsea.

“Siamo stadi definiti società nemica, siamo stati accusati di non essere stati di parola, ma la verità è che alcuni dirigenti del Chelsea non sono molto formati commercialmente, dovrebbero sapere che se un cartellino ha un prezzo, continuare a chiedere sconti, porta ad una rottura… E i successivi movimenti di mercato di questi dirigenti non fanno che confermare questa tesi. Detto questo, mi lascerò alle spalle questa vicenda, ma sicuramente non aiuterò il Chelsea, con cui prima dell’arrivo della nuova presidenza, eravamo in ottimi rapporti, ad evitare un fallimento quasi annunciato”

Tornando a parlare di Milan, gli obiettivi sono chiari, in primis dobbiamo passare il preliminare di Champions League di questa settimana, successivamente penseremo al campionato, il Milan da sempre ha come obiettivo l’Europa, è nel DNA della società e partecipare sempre a questa competizione è fondamentale. Buon Campionato a tutti… Quasi!