E’ da molto tempo che non sentiamo il tecnico Perillo, un silenzio che ormai dura da qualche mese, da quando era ancora a Londra da allora è cambiato tanto, nuovo paese, nuova città nuovo campionato. Finalmente il tecnico ha deciso di tornare a parlare, nella sua prima conferenza stampa spagnola.

Mister la prima domanda è d’obbligo, dopo l’ottima stagione sembrava certa la sua permamenza all’Arsenal cosa è successo?

Bè partiamo da un saluto alla mia ex società e ai miei ex tifosi. La decisione è stata non sofferta ma soffertissima. Avevamo voglia di nuovi stimoli, oltretutto alcuni ingressi in premier ci avevano fatto perdere un po’ di voglia nel continuare a giocare lì, per cui è venuta fuori l’opportunità di trasferisci a Barcellona città e squadra che amo e l’ho colta a volo.

Quanto ha inciso la volontà di Messi?

Mah in realtà molto poco, perché Leo era contento di giocare a Londra, ma quando gli abbiamo comunicato il cambio di campionato da grande professionista si è detto subito pronto.

Cosa si aspetta dalla prossima stagione?

Bè l’ultima stagione è sempre la più difficile, oltretutto ci aspettano avversari davvero forti, il nostro obiettivo e come sempre la salvezza con un occhio alla qualificazione europea. Aver mancato la champions per una questione di ranking è una ferita ancora aperta. Non vogliamo promettere niente altro ai tifosi. Chiediamo solo di sostenerci ad ogni partita.

Vuole fare un saluto ai suoi ex avversari di Premier?

Bè l’ultima stagione è stata davvero bella, abbiamo mancato per un pelo la champions e ci è sfuggito il sogno di portare un trofeo a Londra negli ultimi minuti della finale. Saluto tutti i tecnici della premier e quelli emigrati.