Il mercato di riparazione di solito si sà sposta poco o nulla, almeno per il bilbao, e come da tradizione, i movimenti in entrata sono stati solo 2 prestiti gratuiti, senza riscatto, per puntellare due zone di campo rimaste sotto organico: l’attacco che con la partenza di Fedor Smolov ed il ritorno di Moussa Marega era fermo a tre unità, viene portato a quattro con il graditissimo ritorno del turco, Burak Yilmaz, capocannoniere del primo campionato vinto in francia.

In punta di piedi viene a fare il quarto pronto a suentrare quando si presenterà l’occasione. Sicuramente non ci saranno problematiche da parte sua per l’impiego, sia se sarà corposo o meno.

A centrocampo, in sostituzione del colombiano Barrios, andato a rimpinguare la gloriosa rosa di mister Doppio Manlio perforante detto anche “er biga driver”, arriva in prestito lo spagnolo Camacho, in forza al Wolsburg via Milan.

Eravamo rimasti senza un vero cdc che potesse portare fisico, centimetri e sostanza, nel caso in cui servisse riposo ad Axel Witsel o in partite in cui si necessita di difendere il risultato.
Così il centrocampo bianco rosso viene formato dai due titolarissimi Bruno Fernandes al suo tredicesimo goal in stagione con o sporting lisbona (e nove assist) ed appunto dal Belga. Pronti a subentrare i due spangoli, camacho per l’appunto e Sarabia oltre a Lorenzo Pellegrini.

Capitolo a parte quello che riguarda i protestanti scozzesi dei Rangers che hanno svincolato due giovanissimi, il belga bongiovanni e l’olandese floranius, rimpiazzati con l’emergente centravanti marocchino del Leganes Youssef En-Nesyri, autore di una stagione molto positiva, e dall’uruguaiano Gaston Pereiro del PSV, partito a mille ed adagiato nell’ultima parte di stagione.

La squadra di Glasgow proverà ad andare più avanti possibile in entrambe le competizioni, cercando di rispettare la tradizione degli ultimi anni