Dopo tre stagioni sulla panchina della Fiorentina, si è arrivati ad un buon livello, specialmente in campionato, dove il terzo posto raggiunto ha dato un segnale forte e un senso di consapevolezza dei propri mezzi e del valore dell’organico.

Il mercato è stato florido ed ha portato in dono gente di esperienza internazionale, come Nani, Pereyra, Lang a titolo definitivo oltre Dolberg e Lorenzo Pellegrini in prestito.
Del portoghese è quasi inutile parlare, la sua carriera parla da sè, esperienza, classe e quel pizzico di malizia che forse in questi anni è mancata ai ragazzi di mister Manlio; come per Roberto Pereyra, arrivato dal Barcellona di mister Nicola Silvestre, il discorso sul suo apporto alla nuova squadra è quasi superfluo e dà ampie garanzie su quanto la Fiorentina quest’anno abbia voglia di salire di livello e di dare un segnale di forza.

A completare l’organico è arrivato Lang terzino di buon rendimento e di possibile futuro in crescendo, col compito di sostituire Srna e Baines in alcune partite.
Chiosa finale sui due giocatori arrivati in prestito dalla squadra di mister Tosello, che hanno il compito di dare al mister soluzioni in più e possibilità di rotazione di qualità che l’anno scorso non c’erano.
Ringraziamento particolare a Tello e Townsend partiti per nuove esperienze, a cui vanno il più grande in bocca lupo della Fiorentina.

 

 

CONDIVIDI
Articolo PrecedenteAllez Angers!
Articolo SuccessivoIl mercato del Chelsea