Andava migliorato il risultato della scorsa stagione, e la società ha dato la sua risposta sul mercato di inizio campionato piazzando notevoli colpi di mercato come Miralem Pjanić e Jérôme Roussillon. Non sono mancati i sacrifici come la scelta di smantellare il settore giovanile a livello competitivo mantenendo un vivavio ridotto e la relativa perdita di un pupillo come Ismaïla Sarr.

A questo punto squadra e tecnico dovevano rispondere sul campo e i risultati si sono visti immediatamente. Un bel gioco fluido e la possibilità di cambiare la propria “immagine” in campo nell’arco della partita stessa grazie alla rosa completa nei reparti! La squadra a differenza della scorsa stagione subisce qualche gol di troppo ma sicuramente risponde con la sua linea d’attacco in maniera prepotente e con grandi numeri. I due attaccanti Karim Benzema e Ciro Immobile sono già rispettivamente a 7 e 5 gol a testa, con lo stesso Ciro che può già contare 7 gol fuori dalle mura inglese tra Europa League e Mondiale per Club.

A centro campo Pjanic ha preso immediatamente in mano la squadra dettando i tempi di gioco e trovando anche un gol in Europa. Gueye e Leiva, ormai senatori di questo gruppo creano uno scudo tra attacco e difesa di peso ma anche di qualità nelle ripartenze. Il reparto soffre molto di meno durante la partita anche grazie alla presenza di Tonny Vilhena che regala quel cambio di passo nelle partite un pò piu ostiche da sbloccare, ma sopratutto anche alla possibilità di arretrare Dele Alli nella linea di centrocampo nei momenti piu ostici della partita.

L’attaco mantiene le premesse della passata stagione. Immobile e Benzema, come detto poco sopra, si intendono a meraviglia e il loro “ritmo” a suon di gol non è diminuito confronto la passata stagione. Mancano sicuramente i gol di Alli un pò piu in difficoltà nel proporsi ma sicuramente una chiave importante a livello di Assist. Le conferme arrivano da Wilfried Zaha, mister Agostinelli si era sbilanciato a inizio stagione dichiarando che sarebbe stata la sua stagione di lancio. Le premesse sono ottime, da subentrante spacca le partite come pochi hanno mai fatto in rosa. Tre gol in Premier League molto pesanti e altrettanti due in Europa League sono un ottimo bottino per l’ivoriano dell’Everton.

Tecnico e società soddisfatti in questa metà di stagione che conferma la posizione tra i primi in Premier ma sopratutto un giorne in Europa League dominato e vinto e un Ottavo del Mondiale per Club conquistato. Nel girone di ritorno i toffees sono in corsa in tutti i fronti con l’arrivo anche delle coppe nazionali. Ci sarà da divertirci.

“Nil Satis Nisi Optimum”