Iniziata la nuova stagione di Premier League e mentre si attendono le partite dei campioni in carica del Newcastle, le telecamere erano tutte puntate su quelle che tutti si aspettavano come protagoniste, ad esempio le due squadre di Manchester o il Liverpool di Falcao e Van Persie.

Forse nessuno invece si aspettava di veder svettare su tutti il Tottenham di Coach Mou, squadra che per l’intero mercato ha dovuto lottare per risanare un bilancio assurdo, squadra che ha visto dover lasciar partire in prestito un Bomber come Lewandowski che viene sostituito da un incredibile Benteke e impreziosita la rosa a centrocampo con un Biglia ispiratissimo.

Subito dalla prima giornata di campionato la squadra di Londra va in scena nel suo stadio con una partita perfetta contro il Liverpool di mister Trasatti.

I Lilywhite schiantano i Reds per 2 a 0 guidati dal capitano Christian Eriksen in forma superlativa e autore di una doppietta da cineteca nella ripresa e coadiuvato da un Benteke in gran forma.
Coach Mou schiera una difesa a 4 solida con Kongolo e Hummels a proteggere Enyeama che quando è stato chiamato in causa ha risposto alla grande negando la gioia del gol a un Falcao dalle polveri bagnate.

Nella seconda giornata A White hart Lane va in scena il primo derby dell’anno contro il Chelsea, finisce in pareggio ma non sono certo mancate le emozioni!

Pronti via e subito ghiotta occasione per i Lilywhite con un palo pazzesco di Benteke a cui rispondono un paio di occasioni per i Blues intervallate da un gol mangiato a tu per tu con il portiere di Shatov.

Al 35′ del primo tempo il match si sblocca: percussione di Diego Costa (alias Mosè), si aprono le acque e destro ad incrociare dal limite che si insacca alle spalle dell’incolpevole Enyeama. Incassata la rete dello svantaggio gli Spurs subiscono il colpo ma a fine primo tempo è Howard a salvare su un occasionissima di un Benteke sempre sul pezzo!
Al rientro dagli spogliatoi, con Elia sulla sinistra al posto di Shatov, l’occasione sciupata da Carrick é il preludio al pareggio del centravanti belga (55′) abile a sfruttare un assist al bacio di Biglia (infortunatosi lievemente nell’occasione). Il finale di partita segnato dalla paura di perdere non ha molto altro da dire e le squadre si dividono la posta in palio.

La terza partita della stagione è la prova di maturità contro una grande squadra come Il Manchester City.
All’Ethiad Stadium va in scena una sfida che sembrava dal pronostico scontato e invece il City del ”Deus ex machina” Santonastaso si infrange contro il muro eretto dagli Spurs, senza il faro Biglia, schierati con una difesa a 5 che nel primo tempo non concede spazi al poderoso attacco dei Citizens e che si chiude 1 a 0 grazie al gol di Benteke!
Nel secondo tempo monologo dei padroni di casa e fortino che crolla al 75′ con la rete di Balotelli lesto a ribadire in rete dopo la parata di Enyeama!
Secondo pareggio consecutivo per la squadra londinese, e la classifica si muove.
Dopo tre partite gli Spurs si ritrovano a 5 punti grazie a una vittoria e ai due pareggi con Chelsea e i Citizens, bottino insperato all’inizio del campionato visto il calendario ostico! La classifica sorride ma coach Mou proclama a tutti gli avversari:

”keep calm &….prendetevela in der cul!!!! Come on guys!!!!”