Si è parlato molto della partenza di Mario Mandzukic e dell’arrivo di un Huntelaar, ormai sul viale del tramonto. L’aria in casa neroazzurra è molto pesante nelle ultime ore post chiusura del mercato. I tifosi si auspicavano molto di più dalla dirigenza, la quale, con la figura dell’allenatore italo-tedesco Tafuro Girolamo si concede ai media.

I: “Rosa che sembra esser meno competitiva vista la partenza di Mandzukic e l’arrivo di due punte, di cui una non più giovanissima e l’altra sulla quale ci sono molti dubbi, come crede di smentire il malumore dei tifosi?”

GT: “In realtà la partenza di Mandzukic è stata sostituita da Huntelaar, quindi la domanda dovrebbe essere leggermente modificata. Ma qui all’Inter siamo tolleranti alla poco professionalità; quindi con molto garbo le rispondo che se ci sono dubbi su Rondon e Aduriz allora possiamo anche cambiare lavoro.”

Inoltre, il manager Tafuro doveva rispondere con i fatti e smentire le voci riguardanti un declassamento tecnico della squadra. Accuse rivoltegli più volte dal tecnico del Villarreal che ha fatto del Vg basso una volontà. L’Inter risponde con due colpi Salomon Rondon e Aritz Aduriz reinvestendo completamente il ricavato della cessione estiva del Croato

 

Dunque, più di qualche scintilla in questa breve intervista, ma alla fine ciò che conta è la risposta del campo, l’unico vero giudice.

 

A cura di: Severino Borriello