Articolo scritto e ideato da Mattia Mulas

Ci siamo lasciati con il dominio incontrastato del Napoli di coach Antonio Russo che ha centrato il doppio successo di Campionato e Coppa Italia, ai danni del Cagliari allenato da Mattia Mulas. Si riparte proprio da qui, dallo scontro tra le due formazioni per la conquista della supercoppa Italiana: un chiaro favorito (non potrebbe essere altrimenti) ma la squadra isolana non vuole darsi per vinta e darà filo da torcere. Sarà un campionato comunque di alto livello e ricco di stelle.

In questo articolo proveremo a fare un check up delle squadre al via del torneo.

– Il Napoli di coach Antonio Russo: il favorito non può che essere il trionfatore della scorsa stagione. Una squadra votata all’attacco e una difesa solida, con ancora il cannibale Suarez alla ricerca della conquista della classifica marcatori. Uomo chiave: Luis Suarez

– La Roma di coach Zichella: dopo un campionato concluso al secondo posto, la squadra giallorossa punta ancora a un campionato di vertice. Pastore alla fine è rimasto in rosa e darà il suo importante contributo. Un gioco collaudato e una rosa estremamente competitiva mettono questa squadra tra le possibili favorite. Uomo chiave: Edin Dzeko

– La Juventus di ciuffo Capasso: la squadra rivelazione dello scorso anno. Trascinati dalle reti del Matador, lo scorso anno i bianconeri sono riusciti a conquistare un buon terzo posto. In questo mercato ha salutato la compagnia il buon Mandzukic ed è arrivato la scommessa Piatti dal Barcellona; partito anche Biglia (Tottenham), sostituito al centro da Ramsey. Da segnalare anche l’arrivo di Kakà, autentica incognita. Sarà difficile riconfermarsi ma il buon ciuffo è animo tenace. Uomo chiave: Edinson Cavani.

– Il Milan di mister Lombardo: L’anno scorso l’arrivo al fotofinish col Cagliari ha fruttato la quarta posizione. Una squadra che fa della velocità il suo marchio di fabbrica; un attacco esplosivo (30 reti come il Napoli campione) che ha in Reus il punto di riferimento. In mezzo al campo ancora l’esperienza di Pirlo. Grandi nomi in rosa e un sicuro ruolo da protagonista. Uomo chiave: Marco Reus.

– Il Cagliari di Mattia Mulas: squadra che lo scorso campionato ha finito in calando ma che comunque ha conteso la coppa Italia al Napoli dominatore, cedendo in finale per 3 a 2. Importante mercato che rende il Cagliari sempre più tedesco: Max Kruse (dal Newcastle campione d’Inghilterra) ma soprattutto Philip Lahm (Marsiglia) hanno creato nuove aspettative nei tifosi isolani. Campionato difficile ma il Cagliari mira a una salvezza tranquilla. Uomo chiave: Philip Lahm.

– Lazio di mister Agostinelli. Lo scorso anno si è concluso con una salvezza tranquilla per la squadra laziale. Un mercato statico ha confermato quasi in blocco la squadra dello scorso campionato, impreziosita dalla presenza in mezzo al campo dell’esperto  Gerrard. Quest’anno si profila una lotta per le posizioni di metà classifica per i bianconcelesti, anche se Agostinelli è uomo dal multiforme ingegno ed è lecito aspettarsi sorprese. Uomo chiave: Antonio Candreva.

– Inter di Alberto Guida. L’Inter ha cambiato guida tecnica ed è insieme alle “russe” Napoli e Sassuolo una delle favorite per il titolo. Una squadra che mira senza mezzi termini alla conquista del campionato; sogno che ha preso sostanza anche grazie a un grande mercato, che ha portato in terra meneghina un fuoriclasse come Rooney (Manchester United). Per la Serie A un’incognita questa squadra, ma attenzione, ne sentiremo parlare. Uomo chiave: Wayne Rooney.

– La Fiorentina di Enrico Tosello: squadra anche questa nuova per la Serie A. Il coach proveniente dallo Schalke 04 ha puntato su un mix tra giovani ed esperti. In chiusura di mercato l’arrivo del promettente Rabiot offre una valida alternativa al metronomo Iniesta, mentre Rossi non ha trovato acquirenti. La vera mina vagante del torneo. Uomo chiave: Andres Iniesta.

– Il Sassuolo di Daniele Russo. Squadra dai grandissimi nomi si candida a seria contendente per il titolo. Su tutti spicca il piccolo Messi, che di certo non ha bisogno di presentazioni; insieme a lui citiamo solo Pique, Gundogan, Gotze. Una squadra costruita per vincere e che porta con se l’esperienza passata del coach Russo in Champions. Sarà un derby fratricida per il titolo?? Ai posteri l’ardua sentenza. Uomo chiave: Lionel Messi.

– Il Genoa di Betz Betzu. Il mister dei Blancos sbarca nel bel Paese. Dopo una passata stagione da dimenticare, cerca il riscatto ma il percorso è tutto in salita. Il mercato ha visto l’addio in mezzo al campo di Rakitic ma anche l’arrivo di Taison: basterà per evitare una nuova retrocessione?? Il mister è uomo navigato e più di molti player vanta esperienza a un certo livello, quindi non diamolo per spacciato. Uomo chiave: Anthony Martial.

 

È tutto pronto per una nuova fantastica stagione per il campionato più difficile degli ultimi anni in Italia.  Seguiteci!!