Ultime sedute per il Manchester United in attesa di giocare una finale di Champions League che viene posticipata forse da troppi giorni. Il tecnico dei Red Devils, Umberto Bianchi, sta cercando di tenere alto il morale e l’attenzione in modo da studiare nuove soluzioni tattiche per poter portarsi a casa la seconda Champions dopo la prima vittoria.

L’obiettivo è sicuramente difficile, solo in pochi sono riusciti a sollevare la coppa per due volte. I giocatori in campo dovranno esser concentrati per più di 90′, perché la finale non è mai una semplice partita, ma un qualcosa di molto più ampio.

Sarà trionfo o sarà tonfo? E cosa accadrebbe alla rosa e al mister in caso di sconfitta?

Toccherà a Kompany, Dybala, Immobile, Kroos e compagni dare il massimo per trascinare la squadra alla vittoria. I tifosi possono e vogliono sognare, ovviamente il loro contributo sarà altissimo.

La dirigenza conferma piena fiducia nella rosa e nello staff, ma dopo una stagione amara (così definita dallo stesso tecnico) condita solo da due trofei come Supercoppa e Mondiale per Club sembra che il tecnico non sia cosi saldo al timone. È vero che le casse sono sanissime ed il Mondiale era una competizione tabù, ma in casa Red Devils ci si aspetta sempre di vincere tutto.

Questa l’analisi del tecnico, ora lasciamo al campo la parola per una finale Manchester United – Olympique Lione tutta da vivere, tutta da giocare!

GLORY, GLORY MAN UNITED!

A cura di: Peppe Di Sabatino