ore 19.45, giovedì 21/12/17 – fuori ci sono 3° gradi.                                               Il tempo stringe, bisogna andare via di corsa.

Si aspetta l’invito dal buon Pasca (Celta Vigo, nrd) per disputare la finale di Coppa del Re..
Arriva. Si preparano le formazioni.
Lemar è pronto nell’arena.

fischio di inzio
Go Espanyol!!!

1-0 per il Celta Vigo

” Porco di un diavolaccio non si è nemmeno fatto in tempo ad iniziare che si è già sotto contro uno degli avversari più ostico (per me) da affrontare.
Dici: mannaggia dovevo mettere il trequartista come una settimana fa (prima volta in assoluto).
Ti riversi di là, angolo. angolo battuto maluccio e palla sul piede del tuo giocatore che arriva fuori area pronto per tirare giù la porta. Manolas! no cavolo non lo posso far tirare.
Allargo sulla destra, palla a Promes che aveva battuto male l’angolo, stavolta il cross è più preciso, palla sulla testa di Javi Martinez, contrastato da un difensore, che riesce a fare sponda a Mandzukic, che con la complicità del portiere pareggia. “

daje!

” Passano altri pochi secondi, citofonano alla porta, i cani abbaiano come se fuori ci fosse Umbe Whites il 1 novembre alle ore 23:00, la bambina che inizia a fare nonnooo nonnoooo..
Si era il nonno… entra! ciao e parlano a un metro da me.
Pascarella in tutto questo sbaglia un fuorigioco e io: anvedi… via dentro… palla al centro e s’abbracciamo.
Grimaldo poggia l’assist per il più facile dei goal di Promes. “
è 1-2 per l’Espanyol!

“Mo me pareggia subito..
Il mio primo pensiero. Pensiero balordo che va molto vicino alla realtà.
Una pallaccia strana si ritrova sul dischetto sul piede della punta celeste che va a concludere sui piedi di Buffon”.
Salvi!

” Si riparte. Si cambia gioco, bella trama, Smolov scarica l’assist per Mandzukic che lasciato colpevolmente con 5 mt di campo scarica una suatta (Caressa non sei nessuno) che va ad incastrarsi sotto il 7 alla destra del poro portiere..”
1-3 !!!

..e quelli parlano parlano parlano a fianco a me.
35′ esimo minuto
” Rinvio sballato del difensore certosino che serve Strootman sulla mediana, il quale non si perde in chiacchiere e manda Smolov, che tramite il tasto del velo e il movimento sballato del difensore che corre verso Pasca in panchina, alla conclusione dal limite. tiro alla zio piero e goal a giro. 1-4 “.

la partita termina così, l’avversario dice basta e mi manda a cena fuori a festeggiare con la squadra (quella vera)..
la magia della coppa del re.
se gioca.. se vince e poi se magna… fraschetta per il presidentissimo Angela!