Ci siamo, si parte, il rombo dei motori è acceso e come ogni anno la squadra Bretone, la più longeva insieme al Lille, è posizionata nelle posizioni migliori sulla grigia di partenza. Sempre tra le favorite, sempre tra le più forti e sempre quella che non vince un cazzo! La filosofia resta sempre la stessa, basata sulla nazionalità, il viso colorato e le scarpette, che insieme ai polsini rendono migliori le prestazioni dei calciatori.

La vera novità è quella tattica, si abbandona il 433 per tornare al vecchio 4231 per dare sfogo ai tanti talenti sulla trequarti che dovranno innescare il bomber Aubameyang. La cessione di Yaya Toure non preoccupa consideranti l’exploit in precampionato di Sissoko, vero supporto a centrocampo per i due top players Vidal e Pogba. Il campo dirà se le scelte saranno state giuste.