In questo mercato non si è speso cifre folli, uno per una non buona cifra nelle casse della società e due perché non avevamo un esigenza particolarissima da sistemare, tranne per 2 tasselli che son venuti dal mercato svincolati (Giroud) e da una società amica come il Napoli del presidente Santonastaso (Mendy).

Fatta la premessa parliamo ora del calcio giocato e delle prestazioni dei nuovi.

I Les Dogues non potevano desiderare di più dalle prime 2 giornate di Ligue 1, vittorie, vs Montpellier e OM dirette concorrenti per l’accesso in Europa League.
I nuovi acquisti si sono subito amalgamati con il resto della squadra in particolare ,la punta centrale tanto desiderata, Olivier Giroud con la sua doppietta contro il Montpellier e vari assist per i compagni ha fatto così capire che l’affiatamento è una dote che lo distingue.
L’altro nuovo acquisto ,Jeson Murillo ,ha invece creato con il compagno di reparto Aymeric Laporte, un muro invalicabile.
Il terzino Benjamin Mendy definito ormai “Il Treno sinistro” per la sua costante spinta e le chiusure che mancavano ormai da troppo tempo.
Un altra nota positiva è il portiere Koen Casteels, aveva sulle spalle , la pesante eredità di sostituire Hugo Lloris (partito per far cassa) e si sta rivelando una vera saracinesca con un solo gol subito e vari interventi miracolosi, lui che è sempre stato l’eterno secondo dei vari portieroni che hanno vestito la maglia dei mastini, invece è lui adesso il nostro portierone, ma sia ben chiaro deve sempre guardarsi le spalle da Timo Horn (preso nello scambio con Lloris) giovane e di grandi speranze ……speriamo.

Allez Les Dogues