Con l’approdo per la prima volta di Mr.Fumo in Champions League, la società Hoffenheim ha stanziato diversi milioni per accontentare il volere del mister di migliorare la rosa.

Stravolgimento quasi completo dell 11 iniziale dove, oltre alle partenze di un certo calibro come il bomber della squadra dell’anno scorso, Dzeko, andato al Dortmund, anche Tarantella Lorenzo Insigne ha lasciato Hoffenheim, per accasarsi a Milano nella sponda nero blu, dopo una trattativa lunga.

Boudebouz, invece, é stato girato in prestito al Torino. Ma dove ci sono cessioni importanti ci sono anche acquisti importati, mirati a rivestire i ruoli dei giocatori partenti, nel migliorare reparti e nel trovare certezze come quelle avute la scorsa stagione, andiamo a scoprirli.

Il primo fra tutti é stato l’arrivo di Nacho fernandez, classe ‘90, arrivato da Dortmund, per alzare il livello della difesa;
Christoph Kramer, classe ‘91, centrocampista con stile difensivo, è un motivatore per la squadra, sarà il prossimo capitano?
Riyad Mahrez, anche lui del ‘91, arrivato dall’Inter, ala veloce, dribbliatore e dotato di una gran classe;
Mateo Kovačić, classe ‘94, anche lui arriva dall’Inter, centrocampista con un bel potenziale di miglioramento, sarà lui il regista della squadra?
Luis Antonio Valencia Mosquera, il piú “vecchio” degli acquisti, un terzino che nonostante l’etá, 32 anni, é ancora veloce, dopo una stagione in prestito ha fatto trovare le certezze che la società cercava.

Durante la scorsa stagione, la società ha mandato i propri Scout alla ricerca di qualche talento ancora grezzo da mettere nella squadra B, ne sono stati trovati 3:
Eric García Martret, classe 2001;
Juan Brandáriz Movilla, noto come Chumi, classe ‘99;
Roberto Piccoli, classe 2001, per lui sarà la prima stagione in assoluto nel FifaProject.