Giro di boa per i pluricampioni del Chelsea e l’aria che si respira a Fulham Road non è delle migliori. Il tecnico Whites è spesso a colloquio con il presidente Abramovich perchè tra mercato e risultati qualcosa non quadra.

Si parte subito con la grossa delusione della Supercoppa Europea, quarta finale e quarta sconfitta. Stavolta sono i tedeschi del Lipsia che portano a casa il trofeo passeggiando sui blues, veramente impresentabili e in ritardo di condizione.

Ma la squadra sembra in ripresa con la Supercoppa inglese, netta vittoria contro i grandi rivali del City in una rivincita della scorsa edizione del trofeo.

Nel mezzo un mercato particolare con acquisti sulla carta ottimali ma nella resa non così efficaci. Con queste premesse parte la Premier…

E la squadra ripiomba in un’alternanza di prestazioni che non si spiega: due sconfitte veramente brutte con West Ham, lanciato ormai in solitaria verso la vittoria del campionato, ed Everton, meritatamente secondo. Alcune vittorie convincenti come contro Tottenham e Bournemouth ed altre meno brillanti come Newcastle ed Arsenal.

Nel mezzo invece ottime partite in Champions dove in un girone veramente difficile ci si qualifica secondi con ottime prestazioni contro Inter, Bilbao e BVB.

Ma soprattutto la sorpresa Mondiale per Club dove, cosa assai rara per lo Special Whites, si superano ben due turni! Che sia il vero obiettivo stagionale?

Sicuramente qualcosa è cambiato al giro di boa della Champions, la squadra ha iniziato a carburare e a tornare compatta come nella scorsa stagione, segno che il lavoro sul campo paga sempre.

In conclusione si può dire che il Chelsea è in lotta per quasi tutto, cosa non affatto scontata dopo l’inizio di stagione.

Ma per vincere serviranno giocatori migliori, ci sarà movimento nel mercato invernale?

“Blue is the color!”