La stagione 13 del Bilbao termina davvero in bellezza.
I baschi, che nel girone di andata si erano fermati a due punti dal valencia capolista, riescono nell’impresa di vincere sette partite e pareggiarne una contro l’ostico Betis agguerrito per portare a casa punti per la Salvezza.

Si conclude così una Liga dove si è riusciti ad essere protagonisti dal primo minuto (ricordate il real che si prende volutamente un pari alla prima?) portando così il titolo che mancava al Club da qualche stagione e al suo presidente dai tempi del Marsiglia campione sia di francia che d’Europa.
(quando in Europa non c’era ancora Moggi a decidere le sorti del torneo).

In questa stagione bisogna veramente fare i complimenti all’ottimo Valencia, con il quale si perde la finale di coppa del re, ed al Siviglia che fino alla fine risultava in lotta per il primo posto.
I sette punti finali sul valencia potrebbero far pensare ad una Liga dominata, ma solo il gran cammino del ritorno ha fatto sì che il divario fosse così grande. Lo score finale di 12 V 2 N 2 P, con Werner cocapoccannoniere, insieme allo stupefacente Rebic del At. Madrid, è miglior giocatore del torneo, rendono la Stagione indimenticabile.

Chissà se il ritorno del tecnico dell’eibar con il suo asso Cristiano si riuscirà a mantenere queste performance?