Terza versione della clausola rescissoria, gli aggiornamenti sono segnati in UPDATE.

NB: La regola può subire ulteriori modifiche e raffinamenti fino all’uscita sul regolamento ufficiale!

La regola della clausola rescissoria viene introdotta dalla Stagione 10.

“Ad inizio di ogni stagione ogni squadra, tramite un file apposito, dovrà comunicare le clausole rescissorie per i calciatori della propria rosa. Obbligatoriamente per tutti i calciatori (quasi tutti, vedere sotto).”

La clausola non può essere infinita ma si avrà un budget a disposizione. Il budget utilizzabile per le clausole equivale al risultato della moltiplicazione tra costo dei calciatori e un moltiplicatore (quantificato in 2,5). Questo budget può essere utilizzato tutto o in parte per inserire clausole su ogni calciatore. Esempio: la mia squadra ha somma cartellini calciatori 60 milioni. Per le clausole avrò a disposizione 60×2,5 quindi 150 milioni da spalmare per tutti i calciatori.

Altre regole per la clausola:

  • Ogni squadra potrà escludere 3 calciatori dal discorso clausole. Ovviamente escludendo questi 3 calciatori non verranno conteggiati nel budget.
  • Quando viene pagata una clausola una squadra ha la possibilità di non vendere il calciatore pareggiando l’ingaggio. (Esempio: pagano la clausola di Pinco Pallino a 6 milioni. Io che ce l’ho a bilancio 2 posso decidere di pagargli io quello stipendio quindi alzare il suo cartellino a 6 e pagandogli io lo stipendio nuovo.). Questo meccanismo di difesa può essere utilizzato esclusivamente se la clausola è almeno il doppio del cartellino del calciatore.
  • In caso di utilizzo di questo meccanismo, il calciatore avrà un nuovo prezzo di cartellino pari alla clausola, un ingaggio pari al valore calcolato sul nuovo cartellino e risulterà come una specie di contratto rinnovato. UPDATE: In caso di difesa della clausola il calciatore resterà vendibile nella sessione di mercato in corso con il nuovo prezzo e senza la possibilità di avere sconti. UPDATE: Nel caso in cui il nuovo prezzo del calciatore difeso sia superiore ai 10 milioni, nelle stagioni successive, se gli viene messa una clausola, il suo moltiplicatore non sarà 2,5 ma 1,25 nel conteggio dei soldi disponibili per le clausole.
  • La clausola sarà esercitabile entro una data specificata all’apertura del mercato e non oltre cosi da permettere rimpiazzi (si pensa fino a due giorni prima della chiusura del mercato).
  • UPDATE: Ogni squadra non potrà ricevere più di 4 offerte di clausole per propri calciatori in una sessione.
  • Le clausole saranno attive solo nel mercato precampionato di ogni stagione.
  • Le offerte delle clausole non sono ritirabili. Una volta comunicata, secondo la modalità ufficiale, la volontà di pagare una clausola, non si potrà tornare più indietro.
  • Le clausole vengono pagate pubblicamente.
  • La clausola minima di un calciatore è il suo attuale prezzo di cartellino.
  • Al momento del pagamento della clausola, la squadra ricevente la clausola avrà 15 ore a disposizione per pareggiare l’offerta ed utilizzare il meccanismo di difesa, qualora possa.
  • Ogni squadra potrà pagare o provare a pagare un massimo di 2 clausole per ogni mercato (a prescindere dal se l’offerta viene o meno pareggiata ogni tentativo viene conteggiato).
  • A chi viene pagata una clausola nell’ultimo giorno utile avrà comunque tempo nel giorno successivo di pagare un’altra clausola, e cosi ad oltranza.