Può una società come lo United, dopo una stagione che vede tre coppe in più in bacheca, ripartire con nuovi stimoli?
La Champions League è stata la ciliegina che ha incoronato una squadra costruita nel tempo, aggiungendo solo pochi interpreti ogni stagione.
Herrera, Murru e Gaitan sono gli acquisti mirati della stagione 5, per questa stagione il Manager Biancusson ha optato per una politica diversa: ceduti Javi Martinez (già promesso ai gemellati laziali ndr), Darmian e le bandiere Fernando Reges (per lui 5 stagioni in rosa e un palmares invidiabile) e Antonio Valencia (si sta trattando il rinnovo ma le due parti sono ben distanti) sono arrivati i giovanissimi Kranevitter, Rashford, Sabitzer e Knoche oltre al primavera Bongonda e al talento di Jack Bonaventura.
E la storia insegna che rifondare squadre che han vinto tutto spesso apre nuovi cicli di vittorie, crea nuova fame e nuove ambizioni.
Anche perchè lo zoccolo duro della squadra è rimasto inalterato, sono cresciuti giocatori come Dybala e Bailly, Herrera e Gaitan si sono ambientati benissimo e giocatori come Immobile e Zaha sono sempre più decisivi!
Il mister aveva annunciato radiofonicamente (con tanto di registrazioni online) una stagione dove l’obiettivo minimo era arrivare tra le prime 3 in premier e le semifinali di Champions. I risultati parlano di: Community Shield, Capital Cup, Champions League, secondo posto in Premier e finale di FA Cup.

Saprà lo United rendersi ancora uno squalo implacabile dopo questa mini rivoluzione nella prossima stagione? I tifosi e la dirigenza ne sono sicuri.