Per dirla alla Marzullo, quando una stagione si è appena conclusa, un’altra sta per iniziare. Ma cosa bolle in pentola a Londra, sponda Arsenal.

Il tempo dei bilanci è finito, in casa Gunners i colpevoli della pessima stagione sono stati trovati. Il mister sa che deve ripartire da alcune certezze e rifondare lo spogliatoio. Nessuno è intoccabile, anzi la società deve privarsi di qualche pedina importante per rifondare. Per ripartire come una fenice. I tifosi sono stanchi e lo stesso mister si è dato un ultimatum, questa stagione o arrivano risultati o si lascia la barca.

Un caso ha sconvolto lo spogliatoio, il più fedele tra i Gunners non vuole rinnovare il contratto e vorrebbe accasarsi ad una società nemica, il mister ha deciso così di non permettere al giocatore di vestire altre casacche ma anzi di relegarlo in tribuna per sempre.

Il giocatore in questione è Aaron Ramsey, l’ambiente è scosso e le sue parole sono state poche ma precise “Io voglio andare a rubare qualcosa”, il mister non è d’accordo, soprattutto perché quella squadra è la nemica numero 1.

Le parole del mister Perillo sono eloquenti “Se Ramsey va alla juve mi taglio le palle”. La società però vorrebbe monetizzare e quindi sta tentando una soluzione diplomatica tra le parti.

E’ presto per sapere come andrà a finire ma si spera in una solizione pacifica.