Giovedì sera è terminato il girone di andata dell’Inter con l’ultima partita che mancava, gli ottavi del mondiale per Club.

Facendo un bilancio si può essere relativamente soddisfatti del girone disputato. Il mister ha sempre ribadito che serviva tempo per adattarsi al gioco nuovo ed infatti il percorso sopratutto in campionato è stato influenzato da Alti e Bassi per quanto riguardano le prestazioni e risultati.

I 9 punti di distacco sembrano essere irrecuperabili visto e considerato il percorso senza sconfitte dei primi della classe. L’obiettivo stagionale, comunque, sarebbe quello di raggiungere il posto utile per una qualificazione Champions.

C’è da sottolineare che nelle ultime partite la squadra abbia acquisito consapevolezza nei propri mezzi, individuando nel 4 4 2 il modulo di base che permetta a tutti di esprimere al meglio le proprie possibilità.  Con i vari Griezmann, Mane e Son liberi da compiti difensivi e messi più vicino possibile nella zona calda avversaria per poter incidere in zona goal.

Oltre al convincente percorso nel Mondiale per Club c’è da sottolineare il primo posto nel girone di Champions League che vedeva schierata la compagine Milanese contro Chelsea, Nizza e Celta Vigo. Risultato finale imbattuti e primo posto nel girone con 5 vittorie ed un pareggio.

Nel girone di ritorno si dovrà mantenere la concentrazione elevata, consolidando le certezze che si sono costruite e cercando di aumentare il livello di intensità difensiva, sono stati troppi quei momenti dove la squadra è calata di concentrazione. Si riparte più forte di prima!!!!

Inter is coming